Si è presentato in una banca della Florida con un assegno circolare tentando di incassare 368 miliardi di dollari per realizzare il suo sogno più grande: realizzare il più grande ristorante italiano sottomarino del mondo. Già con queste caratteristiche, la notizia apparirebbe tra le più assurde ma c’è un ulteriore dettaglio che rende il tutto ancora più ridicolo.
L’assegno era stato acquistato, in bianco, dall’uomo dalle mani di un senzatetto che gli aveva assicurato che avrebbe potuto immettere qualsiasi importo che avesse voluto.

Felice, l’uomo si è quindi recato in un’istituto della Bank of America dove però, guarda caso, i cassieri insospettiti dallo strambo tentativo di transazione, hanno subito avvisato la polizia locale.
Gli agenti hanno dunque arrestato l’uomo sul posto ottenendo anche la dichiarazione dell’aspirante magnate e ristoratore.
“È sempre stato il mio sogno quello di aprire il miglior ristorante italiano della Terra e ho programmato di creare un ristorante di oltre 7 milioni di metri quadrati in grado di ospitare 30 milioni di commensali alla volta. In più, essendo costruito completamente sott’acqua, le persone possono guardare gli squali mentre mangiano. Ma la banca non mi ha dato i soldi che mi avrebbero dovuto consegnare”, ha dichiarato l’uomo agli agenti meravigliatosi che le cose non fossero andate a buon fine.

Gli stessi agenti hanno tentato di fargli comprendere che, a volte, quando si fanno transazioni commerciali con persone senza fissa dimora, ci si può imbarcare in decisioni sbagliate. L’uomo è stato tuttavia arrestato. A seguito di una perquisizione, gli sono state trovate addosso alcune stellette da lancio cinesi, che potrebbero essere considerate dardi da offesa.

Approfondimenti