Uno studente cinese dell’Università di Tsinghua, Pechino, ha guadagnato più di 10.000 yuan (più di 1400 euro) vendendo trapunte usate appartenute a studentesse precedentemente laureatesi. Il giovane aspirante imprenditore ha sfruttato le usanze degli studenti universitari che stanno per laurearsi o che si sono laureati da poco i quali sono soliti vendere tutte le tipologie di accessori che hanno utilizzato nel corso dei mesi o degli anni nei loro dormitori.
Il giovane ha deciso di mettere in piedi una vera e propria bancarella fuori all’ingresso dell’Università per mettere in vendita coperte e trapunte utilizzate da ragazze che si sono laureate nello stesso istituto.

Lo studente aveva reperito le trapunte comprandole dalle stesse studentesse per poi metterle in vendite sulla bancarella non prima di aver pubblicizzato la trovata su Internet. Uno degli acquirenti, subito dopo aver comprato una delle trapunte, ha affermato: “È un vero affare perché è stata utilizzata dalla ragazza che ho adorato per tre anni“, sottolineando dunque l’aspetto leggermente fetish della compravendita.

Approfondimenti