Alcuni studenti di un’università islandese hanno annunciato con soddisfazione di aver finalmente terminato la realizzazione di uno speciale shampoo naturale a base di urina di vacca. I sei studenti dell’università di Reykjavik hanno riferito di essersi ispirati ad antiche usanze delle donne islandesi che per pulire le capigliature e per dare ai capelli un aspetto più lucido utilizzavano come ingrediente segreto proprio la pipì delle mucche.
Lo shampoo creato dai ragazzi di Reykjavik non farebbe dunque che arriva ravvivare le tradizioni riportando alla disponibilità del pubblico uno shampoo del tutto naturale e pieno di vitamine e minerali che, sempre secondo gli studenti, farebbe veri e propri miracoli per la capigliatura.

Una delle principali difficoltà alle quali sono andati incontro è stata quella relativa al cattivo odore che lo shampoo continuava ad emanare. Gli studenti hanno dunque inserito nella ricetta olio di cocco e di girasole ed altre fragranze naturali per attutire la puzza. Tuttavia, secondo alcune testimonianze, l’intenso odore di ammoniaca, tipica dell’urina di vacca, sarebbe ancora percettibile agli odorati più fini.
Gli studenti precisano comunque che il leggero odore di urina non sarebbe evidente e che il prodotto è al 100% biologico con piccole aggiunte di ingredienti artificiali del tutto non dannosi. Gli stessi de studenti hanno testato lo shampoo dichiarando di usarlo ogni giorno e di aver avuto ottimi risultati anche grazie all’ammoniaca che deriva da fonti completamente naturali.

Lo shampoo, denominato Q (un termine che assomiglia alla parola islandese “Ku“, che significa, appunto, vacca), potrebbe essere presto messo in commercio e i giovani sono già in contatto con diversi mercati internazionali per testarne l’accoglienza.

Approfondimenti