Si chiama Le Flusher ed è un sensore da parete, da applicare in bagno proprio sopra la tazza del gabinetto, in grado di far partire in maniera automatica, e solo quando ce n’è bisogno, lo sciacquone del WC. Un vero e proprio sciacquone automatico, piccolo quanto il palmo di una mano.
Il sensore permette dunque di avere in bagno un vero e proprio sciacquone automatico, una comodità forse solo sognata da molti e che rende la tazza del gabinetto un oggetto davvero intelligente. In un’epoca di gadget smart, una tazza del WC intelligente che scarica l’acqua da sola non poteva mancare per la casa.
Secondo i produttori, che hanno presentato il progetto sul sito di crowfounding Kickstarter per reperire i fondi necessari ad una eventuale commercializzazione, Le Flusher si differenzierebbe rispetto ad altri servizi igienici con sciacquone automatizzato per il suo funzionamento.

Innanzitutto il gadget, essendo di dimensioni molto ridotte, non danneggia in alcun modo il design della tazza del gabinetto e in generale della stanza da bagno. Inoltre, sempre secondo i produttori, questo piccolo dispositivo permetterebbe di risparmiare fino al 50% di acqua rispetto alle toilette convenzionali consentendo un impatto non da poco in termini di consumi. Gli stessi produttori hanno stimato che con questo sensore si potranno risparmiare fino a 11.980 litri di acqua all’anno.
L’oggetto, che si attacca alla parete tramite adesivi, è dotato di un sensore di prossimità che rileva la presenza di una persona e quindi l’utilizzo della tazza del gabinetto. Dopo che la persona si è alzata dalla tazza del WC, il sensore fa partire lo sciacquone dopo pochi secondi.

Un oggetto del genere si rivelerebbe utilissimo soprattutto in quelle case in cui ci sono dei bambini, una fascia di persone particolarmente preposta nel dimenticare di tirare lo scarico dopo avere utilizzato il WC.

Video


Approfondimenti