L’azienda statunitense OLO 3D ha creato quella che potrebbe essere definita come la prima stampante 3D per smartphone. Si tratta di una stampante 3D portatile che è capace di utilizzare la luce dello smartphone per creare piccole stampe 3D, ossia piccoli oggetti in tre dimensioni. Il dispositivo è composto di tre pezzi impilabili uno sopra l’altro (in quello inferiore va inserito lo smartphone), un circuito integrato e un motore di ricostruzione 3D. Tutto il gadget è alimentato da quattro banali batterie AA.
Con un peso di 780 g, questo dispositivo si rivela portatile e leggero e offre 400 cm cubici di volume di stampa.

La piccola stampante 3D utilizza uno speciale fotopolimero che reagisce alla luce bianca emessa dagli schermi degli smartphone. Questa speciale resina si indurisce sotto la luce dello smartphone creando strutture 3D. La notizia più positiva, in ogni caso, è rappresentata dal fatto che il prezzo di un dispositivo del genere si rivela anche molto accessibile (circa 99 dollari).
La relativa applicazione funziona su tutti i principali sistemi operativi per dispositivi mobili, tra cui Android e iOS oltre che Windows.
Il progetto è stato presentato sul sito di crowfounding Kickstarter e e ha già raccolto più di 1 milione di dollari di finanziamenti.

Video

Approfondimenti