La NASA ha avviato il concorso 3-D Printed Habitat Challenge destinato ad inventori geniali affinché possano trovare un modo per realizzare moduli abitativi da stampare in 3D direttamente su Marte nell’eventualità di una missione con equipaggio sul pianeta rosso. La NASA ha indetto un premio di 2,25 milioni di dollari che andranno al primo classificato. I moduli abitativi devono essere realizzati sul posto con la maggior parte dei materiali di natura indigena.
Secondo la NASA, una missione umana su Marte è prevista per il 2035 e la più grande preoccupazione è la realizzazione dei moduli abitativi il cui materiale, per essere trasportato fino al pianeta rosso, comporterebbe dei costi enormi.

Va da sé che la realizzazione di moduli abitativi direttamente sulla superficie del pianeta rosso tramite un processo di stampa in tre dimensioni realizzato con materiali prelevati direttamente dalla superficie del pianeta rosso rappresenti la soluzione migliore in termini di costi e di efficienza.
È per questo che la NASA intende scatenare le migliori menti in circolazione nel campo delle scienze dei materiali e della stampa in tre dimensioni con la speranza che possa spuntare fuori un’idea particolare e geniale con la quale si possa dirimere il problema.
Il concorso si svolgerà fino al 27 settembre e accetterà tutti coloro che proporranno concetti architettonici che si basano sulla stampa in 3D.

I moduli abitativi dovranno coprire una superficie di poco più di trecento metri quadrati, considerati lo spazio vitale minimo per un equipaggio di quattro persone. Ovviamente i test saranno effettuati sulla Terra e condizione essenziale sarà che i moduli non debbano essere realizzati del tutto manualmente in quanto il concetto di base deve prevedere una realizzazione semi-autonoma attraverso un processo di stampa in tre dimensioni.
Nel corso della prima fase verranno prese in considerazione 30 candidature mentre una seconda fase prevede l’implementazione di tutti i componenti strutturali in ambienti a scala reale.
I moduli abitativi dovrebbero contenere tutto il necessario per sostenere comodamente la vita umana, ossia zone di cottura, bagni e quant’altro di essenziale si possa vedere nei nostri appartamenti sulla Terra.

http://www.youtube.com/watch?v=7W4qFfpZmBM/

Approfondimenti