Lee County, Florida. Un ventenne, poco dopo essere arrestato e ancora rinchiuso nel veicolo della polizia, ha letteralmente mangiato i propri polpastrelli per evitare di farsi schedare le impronte digitali una volta giunti in centrale.
L’arresto è avvenuto nel corso di un controllo a una Mercedes che risultava rubata. Gli agenti trovavano alla guida il ventenne e, dopo una breve perquisizione, trovavano un’arma da fuoco e tre carte di credito probabilmente reperite in maniera fraudolenta.

Una volta rinchiuso nel veicolo di pattuglia, l’uomo ha cominciato ad addentare l’estremità superiore delle dita sfregandole inoltre contro la gabbia del veicolo. Il tutto per evitare di essere identificato e di farsi schedare tramite le impronte digitali una volta giunti in centrale.
L’assurda manovra non ha avuto però il successo sperato in quanto le impronte sono state rilevate tramite un lettore di impronte digitali in maniera abbastanza rapida.

Il ragazzo aveva infatti due mandati di cattura a suo carico di cui uno risalente ad un assalto per una rapina a mano armata. Tra le altre accuse, il ragazzo è stato accusato di aver riferito una falsa identità alle forze dell’ordine e di essere entrato nel paese illegalmente non essendo in possesso di alcun attestato valido di residenza negli Stati Uniti.

Video

Il video in cui il ragazzo tenta di staccarsi la pelle dalla punta delle dita è stato caricato in Rete ed è diventato subito virale su YouTube dove, tra l’altro, è stato caricato in molteplici copie.


Video non disponibile? Vedi qui.

Approfondimenti