West Palm Beach, Stati Uniti. Un bambino di otto anni ha rubato la pistola della madre, che quest’ultima teneva in una cassetta di sicurezza in casa, è uscito di casa ed è andato a rapinare un negozio di liquori. Il bambino è entrato con l’arma in pugno nel locale con in testa un casco da moto, secondo quanto riferito dalla polizia. Inoltre, per non farsi riconoscere, è entrato con un maglione attorcigliato intorno al viso.

Mostrando solo i suoi occhi, il bambino ha poi puntato la pistola contro il cassiere richiedendo a quest’ultimo, con fare minaccioso, il denaro. Il cassiere, pur non sapendo se la pistola fosse vera o falsa, si è avvicinato al piccolo, gli ha stretto la mano con il suo pugno ed è riuscito a prendergli la pistola.
Un video di sorveglianza, ripreso all’interno del locale, è attualmente sotto studio della polizia e degli inquirenti ma la notizia ha già fatto il giro dei principali notiziari statunitensi e non solo in quanto ripropone, ancora una volta, il grave problema dell’enorme diffusione delle armi da fuoco nel paese.

Approfondimenti