Ho acquistato su Amazon il Beatit B10, un avviatore di emergenza da collegare alle batterie delle automobili che non danno più segni di vita. L’ho provato, ecco la recensione.

Caratteristiche

Ho acquistato il modello di avviatore di emergenza (detto anche jump starter) Beatit B10, presente su Amazon, per tentare di resuscitare una vecchia auto in mio possesso, per la precisione una Fiat Idea 1.2 a benzina la cui batteria non dava più segni di vita già da diverse settimane (girando la chiave nel contatto non si illuminavano neanche le luci del quadro).

Unboxing e ricarica

Dopo l’unboxing (vedi video più sotto), l’ho caricato per qualche ora (nella confezione è presente solo il cavo e non il caricatore ma è possibile utilizzare qualsiasi caricatore USB, come ad esempio quello classico dello smartphone). In ogni caso l’avviatore era però arrivato già quasi carico, diciamo di circa 3/4, e avrei potuto utilizzarlo sulla batteria dell’auto anche senza effettuare questa prima fase di ricarica.

Miarcolo, avvio al primo tentativo

Bene, l’avviatore ha fatto in pieno il suo lavoro: non appena ho collegato i due morsetti, quello nero e quello rosso ai rispettivi poli (positivo e negativo) della batteria dell’automobile, ho girato la chiave nel quadro ed il motore è partito come se nulla fosse successo.
Nulla da dire dunque per quanto riguarda il suo utilizzo primario, ovvero quello di ravvivare una batteria onde dare quell’impulso necessario per la partenza. Inoltre la scheda del prodotto su Amazon (in italiano) è piena di recensioni e testimonianze di utenti che hanno ravvivato la batteria, anche di vecchie auto ferme da molti mesi se non anni, senza alcun problema.

Non è un caricabatterie ma un jump starter

C’è da specificare però che non si tratta di un caricabatterie ma solo di un jump starter da utilizzare in casi di emergenza, praticamente quando si resta piedi con l’auto a causa della batteria.
Va da sé che se la batteria continua a scaricarsi, sarà d’obbligo effettuare una vera ricarica oppure (e te lo consiglio) comprarne una nuova.
In ogni caso si tratta di un oggetto da tenere sempre nel cruscotto e da utilizzare in quei casi di emergenza in cui davvero l’unica soluzione è fermare qualcuno e sperare che abbia i cavi da collegare alla batteria per effettuare il classico “ponte”. Una situazione davvero ai limiti della fantascienza tanto che lasciare l’auto e tornare a casa a piedi resta il più delle volte l’unica soluzione.

Migliore per rapporto qualità-prezzo?

Il Beatit B10 sembrava il modello dal miglior rapporto qualità-prezzo non solo perché il costo stesso non era tanto alto rispetto agli altri modelli ma anche perché le recensioni erano praticamente tutte positive (raramente mi era capitato di vedere un livello di recensioni così alto, ad oggi siamo su una media di 4,9 su 5 stelline con più di 70 recensioni totali).

Descrizione

Esternamente si rivela essere un piccolo rettangolino, delle dimensioni di un classico smartphone da 5,5 pollici per quanto riguarda la larghezza e la lunghezza ma ovviamente è più spesso (è alto 4-5 cm). Resta comunque un oggetto che può essere filato un po’ ovunque, non solo nello sportellino del cruscotto dell’automobile ma anche nella tasca del cappotto, per esempio.
Questo avviatore di emergenza vanta una capacità di 10.800 mA e può erogare una corrente di picco di 500 A, utile per ravvivare una batteria onde mettere in moto l’auto.
Nella confezione, oltre ai morsetti da collegare ai poli della batteria, è presente anche un cavo con diversi attacchi (vedi anche il video più sotto) grazie ai quali è possibile ricaricare anche un dispositivo mobile, uno smartphone o un tablet, per esempio, che si sta per scaricare mentre ci si trova fuori casa. Con un tale quantitativo di milliampere sarà possibile ricaricare completamente la batteria di uno smartphone almeno di 3-4 volte.

Esternamente vediamo poi una serie di quattro luci LED azzurre che segnalano lo stato della ricarica ed un pulsante per accendere o spegnere il dispositivo.
È presente poi un altro pulsante che accende una luce LED che trasforma l’avviatore in una vera e propria torcia di emergenza, una caratteristica davvero salvavita se ci si trova a dover collegare i morsetti alla batteria in condizioni di luminosità non sufficiente. L’accensione della luce di emergenza avviene premendo il suddetto pulsante per tre secondi. Sempre tramite la pressione è possibile selezionare fino a tre modalità di illuminazione diverse: luce classica (vista), strobo e SOS (intermittente).
Per quanto riguarda la mia esperienza, dunque, e se vi serve un vero jump starter per far tornare in vita la batteria dell’auto onde ripartire, ve lo consiglio senza remore.

Recensioni e opinioni sul Beatit B10

Dai una veloce occhiata anche alle opinioni dei clienti su Amazon). come ho accennato prima, ci sono tantissime testimonianze di utenti che hanno rifatto ripartire la propria auto già al primo tentativo e dunque c’è davvero poco da dire sull’utilità e sulla funzionalità del dispositivo.
Inoltre in molti apprezzano la luce di emergenza e il cavo nella confezione che permette di poter ricaricare anche lo smartphone o un tablet in mobilità (ricordiamo che il caricatore per la presa elettrica non è presente nella confezione e che bisognerà utilizzare quello dello smartphone per ricaricare il jump starter).

Scheda tecnica del Beatit B10

Titolo su Amazon Avviatore di emergenza per auto portatile e ricaricabile con 500A di corrente di picco!per motori benzina sopra i 3,5L e diesel da 2,5 L…
Nome Jump starter B10
Codice B10
Colore/Stile nero, rosso
Produttore Beatit
Descrizione avviatore di emergenza per auto
Dimensioni 145 × 83 × 25 mm
Cicli di vita 3000
Capacità 10.800 mA
Corrente di picco 500 per
Ingresso / uscita USB C 5V / 3A
Uscita 1 (carica rapida 3,0) 5V / 2A, 9V / 1.5A, 12V / 1A
Uscita 2 5V / 2A

Video

Ecco il mio unboxing del modello di avviatore di emergenza per auto Beatit B10:

Questo è invece un altro video presente su YouTube che mostra il funzionamento una volta provato sulla batteria di un’auto:

Prezzo del Beatit B10 su Amazon

Vuoi conoscere il prezzo? Fai un click qua.




[mr_rating_form]
[mr_rating_result generate_microdata=”true”]