Il ventilatore usb rappresenta una scelta proficua nel caso sia possibile direzionare queste tipologie di ventilatori, molto contenuti nelle dimensioni e relativamente ridotti per ciò che riguarda la potenza, molto vicino alla testa, alla faccia o comunque alla parte superiore del corpo. Tali piccoli mini-ventilatori, infatti, si collegano alle prese USB e quindi non vengono alimentati tramite la rete elettrica di casa né tramite una batteria interna (tranne particolari modelli che dispongono anche di una batteria, ricaricabile sempre tramite USB, e che quindi sono del tutto portatili).
Proprio per il basso voltaggio con il quale sono alimentati, questi ventilatori dispongono dunque di una forza di ventilazione limitata e quindi bisogna comprendere bene la loro funzione per poterne sfruttare l’utilità. Se ci si aspetta di poter ventilare un ambiente o comunque un’area relativamente estesa, come può fare un normale ventilatore da tavolo o da pavimento, allora ci si trova sulla strada sbagliata ed è facile ricevere delusioni dopo l’acquisto di un ventilatore USB.
Prima dell’acquisto di un ventilatore che si collega alla presa USB, in ogni caso, è bene controllare la presenza dell’interruttore di accensione (i modelli più basilari non ne dispongono e si accendono e si spengono una volta collegata e scollegata la presa USB), la direzionabilità del flusso dell’aria (alcuni modelli sono fissi mentre altri sono inclinabili solo in altezza oppure in altezza e in larghezza) e la lunghezza del cavo (se è troppo corto non si può avvicinare il ventilatore alla faccia e quindi risulterà inutile).
In ogni caso questi ventilatori risultano molto utili perché possono essere anche portatili (a patto che si disponga di un dispositivo con entrata USB come ad esempio un laptop oppure di un powerbank) e di solito ridotti nelle dimensioni. Inoltre non si dimentichi che tali ventilatori possono vantare un bassissimo consumo di energia elettrica e questo è comunque un dato da prendere in considerazione quando lo si tiene in funzione per molte ore di seguito.

La lista

Ecco la lista dei 10 migliori ventilatori usb per rapporto qualità-prezzo che si trovano su Amazon italiano al 2 aprile 2016:

CSL – Ventilatore USB | ventilatore da tavolo / ventola | PC / notebook | in nero

Diametro : 12 cm
Lunghezza del cavo : 1,2 m
Note: angolo inclinazione verticale regolabile

Vedi offerta su Amazon

Ventilatore tavolo Mini Ventilatore USB con Clip rotazione di 360 gradi/18650 a pile 5 ” Portabile

Dimensioni: 190 × 150 × 100 mm
Peso: 366g
Tensione della batteria: 3.7V
Alimentazione: USB / batteria 18650 litio

Vedi offerta su Amazon

Trust Xstream Breeze Ventilatore Alimentato via USB, Nero

Peso: 522 g
Dimensioni: 24 x 24,5 x 14 cm
Note: ventola del diametro di 20 cm, capo lungo 1,15 m, direzione dell’aria regolabile

Vedi offerta su Amazon

QUMOX USB portatile potente e turbo ventilatore ricaricabile

Peso: 222 g
Dimensioni: 16 x 11,8 x 4,8 cm
Velocità 3
Potenza di uscita: 4.5W
Note: dotato di una batteria ricaricabile tramite presa microUSB

Vedi offerta su Amazon



Cerca “ventilatore usb” su Amazon ►