Il termine “decrescita” sta ad indicare un concetto che può essere circoscritto a varie categorie o contesti di riferimento ma che, come minimo comune denominatore, è caratterizzato dalla possibilità di vivere senza dover necessariamente aumentare costantemente o tenere ad un determinato livello i propri consumi o quelli di un intero gruppo di persone.
Il termine si può dunque applicare a contesti quali la psicologia, la sociologia, l’economia e la politica. Proprio in quest’ultimo campo, i sostenitori della decrescita sono favorevoli ad un generale calo dei consumi e della crescita della produzione per contrastare la crescita economica che, in diversi campi, come ad esempio quello sociale o quello ecologico, può risultare fortemente dannoso in una visione a lungo termine ma anche a breve termine.

La prima critica completa della crescita economica esponenziale è lo studio The Limits of Growth, pubblicato nel 1972 come rapporto del Club di Roma. Il concetto si diffuse presto in tutto il mondo tanto che la stessa politica, così come ampi strati della società, risulta abbastanza divisa: c’è chi ne è forte sostenitore, chi mostra dubbi e chi ne è fortemente contrario.

I sostenitori della decrescita contestano l’idea di uno sviluppo economico infinito: secondo loro, il tasso di produzione e di consumo non può essere aumentato o mantenuto in modo durevole, nella misura in cui la creazione di ricchezza misurata dagli indicatori relativi al PIL risulta essere una distruzione del capitale naturale (in particolare si fa riferimento, in questo contesto, alle energie non rinnovabili, in primis il petrolio e il carbone).

I sostenitori della decrescita sostengono a livello individuale il cosiddetto approccio volontario alla semplicità e, a livello globale, la delocalizzazione delle attività economiche al fine di ridurre l’impronta ecologica e il dispendio energetico.
Come facciamo sempre per quanto riguarda argomenti in cui c’è forte divisione di giudizio, consigliamo di leggere libri sia di quegli attori che si mostrano sostenitori del concetto, sia degli autori che invece si mostrano contrari: è proprio questo il metodo più sicuro per formarsi più proficuamente sull’argomento e poter costruire una propria idea.

Lista dei migliori libri sulla decrescita su Amazon

Ora la lista dei 10 migliori libri sulla decrescita che sono presenti su Amazon (in versione italiana) al 19 dicembre 2017:

La scommessa della decrescita


Recensioni: vedi
ISBN: 8807884887
Autore: Serge Latouche
Editore: Feltrinelli
Edizione: 6 (24 settembre 2014)
Pagine: 215
Formato: Copertina flessibile

Prezzo Amazon.it: EUR 8,07 (al 10/01/2019 3:54 CEST – Avviso)


Pensare come le montagne. Manuale teorico-pratico di decrescita per salvare il pianeta cambiando in meglio la propria vita


Recensioni: vedi
ISBN: 8888819983
Autore: Paolo Ermani, Valerio Pignatta
Editore: Terra Nuova Edizioni
Edizione: 15 dicembre 2011
Pagine: 216
Formato: Copertina flessibile

Prezzo Amazon.it: EUR 10,20 (al 10/01/2019 3:54 CEST – Avviso)


La grande transizione. Dal declino alla società della decrescita


Recensioni: vedi
ISBN: 8833924025
Autore: Mauro Bonaiuti
Editore: Bollati Boringhieri
Edizione: 24 aprile 2013
Pagine: 188
Formato: Copertina flessibile

Prezzo Amazon.it: EUR 12,75 (al 10/01/2019 3:54 CEST – Avviso)


La decrescita felice. La qualità della vita non dipende dal PIL


Recensioni: vedi
ISBN: 8896085136
Autore: Maurizio Pallante
Editore: Ediz. per la Decrescita Felice
Edizione: 16 marzo 2011
Pagine: 173
Formato: Copertina flessibile

Prezzo Amazon.it: EUR 12,75 (al 10/01/2019 3:54 CEST – Avviso)


Scappo dalla città. Manuale pratico di downshifting, decrescita, autoproduzione


Recensioni: vedi
ISBN: 8866042757
Autore: Grazia Cacciola
Editore: FAG
Edizione: 2 (1 ottobre 2012)
Pagine: 249
Formato: Copertina flessibile

Prezzo Amazon.it: EUR 19,01 (al 10/01/2019 3:54 CEST – Avviso)


Immaginare la società della decrescita. Percorsi sostenibili verso l’età del doposviluppo


Recensioni: vedi
ISBN: 8866810134
Autore: B.Bianchi – P.Cacciari – A.Fragano – P.Scoccaro
Editore: Terra Nuova Edizioni
Edizione: 11 ottobre 2012
Pagine: 263
Formato: Copertina flessibile

Prezzo Amazon.it: EUR 9,00 (al 10/01/2019 3:54 CEST – Avviso)


Contro la decrescita. Perché rallentare non è la soluzione


Recensioni: vedi
ISBN: 8830439002
Autore: Luca Simonetti
Editore: Longanesi
Edizione: 30 ottobre 2014
Pagine: 259
Formato: Copertina flessibile

Prezzo Amazon.it: EUR 13,60 (al 10/01/2019 3:54 CEST – Avviso)


Breve trattato sulla decrescita serena-Come sopravvivere allo sviluppo


Recensioni: vedi
ISBN: 8833926419
Autore: Serge Latouche
Editore: Bollati Boringhieri
Edizione: 22 gennaio 2015
Pagine: 199
Formato: Copertina flessibile

Prezzo Amazon.it: EUR 13,60 (al 10/01/2019 3:54 CEST – Avviso)


Vivere in 5 con 5 euro al giorno


Recensioni: vedi
ISBN: 8871363779
Autore: Stefania Rossini
Editore: L’Età dell’Acquario
Edizione: 12 luglio 2012
Pagine: 101
Formato: Copertina flessibile

Prezzo Amazon.it: EUR 8,33 (al 10/01/2019 3:54 CEST – Avviso)


Per un’abbondanza frugale. Malintesi e controversie sulla decrescita


Recensioni: vedi
ISBN: 8833922731
Autore: Serge Latouche
Editore: Bollati Boringhieri
Edizione: 12 gennaio 2012
Pagine: 150
Formato: Copertina flessibile

Prezzo Amazon.it: EUR 10,50 (al 10/01/2019 3:54 CEST – Avviso)




Cerca libri sulla decrescita su Amazon ►



[mr_rating_form]
[mr_rating_result generate_microdata=”true”]